L'Osteopatia

L’osteopatia fu ideata da un medico americano, il Dr. Still, che fondò la prima scuola di Osteopatia nel 1892 a Kirksville, nel Missouri (USA).
Il termine Osteopatia deriva, secondo alcuni esperti, dal greco osteon = osso e pathos = sofferenza, ma in realtà rappresenta lo studio e il trattamento delle patologie funzionali dei sistemi: fasciale, muscoloscheletrico, viscerale e craniosacrale.
L’osteopatia è la regola del movimento, della materia e dello spirito, dove la materia e lo spirito non possono manifestarsi senza il movimento, che rappresenta l’espressione della vita (A. T. Still).
E’ un metodo “manuale” basato, fondamentalmente, sulla ricerca

Posturologo Salerno: esercizi di postura, stretching posturale, mal di schiena

Posturologo Salerno esegue stretching posturale, esercizi per postura, per la colonna vertebrale, tratta patologia della colonna vertebrale, le posture sono efficaci per il mal di schiena.

Il dott. Giovanni Postiglione, fisioterapista-posturologo, riceve a Salerno e ad Eboli.

Per informazioni, appuntamenti o per prenotare una valutazione posturale globale, telefona al 335 6078234

Oppure manda una mail a info@schienaok.com

Mal di schiena? Forse hai una gamba più corta

Il 30% circa delle persone presenta una gamba più corta rispetto all’altra: è quanto emerso da recenti studi scientifici. Spesso la persona interessata è inconsapevole del problema che gli causa un mal di schiena difficile da risolvere e diagnosticare. È fondamentale differenziare la gamba corta vera (ipometria), con ridotta lunghezza scheletrica, dalla gamba corta apparente (effetto), dovuta ad uno dei seguenti fattori primari: squilibrio del bacino, scoliosi idiopatica, disfunzione mandibolare, cicatrice attiva.
La gamba scheletricamente più corta è dovuta, oltre a cause traumatiche, ad una differenza di crescita che si manifesta

Il colpo di frusta

Il colpo di frusta cervicale è uno degli eventi traumatici più frequenti negli incidenti automobilistici. E’ così definito perché il capo subisce un movimento in avanti e indietro simile a quello di una “frusta”.

Il trauma comporta un movimento violento di iperflessione ed iperestensione del tratto cervicale. La dinamica del trauma è dovuta, in genere, a

Il colpo della strega

Il colpo della strega è un dolore lombare acuto che determina una notevole riduzione della funzionalità motoria. In genere, in­sorge in seguito a sollecitazioni che sti­molano negativamente la zona lombare. Sforzi della schiena e stress posturali possono essere chia­mati in causa.

Le conseguenze interessano soprattutto: i muscoli, i legamenti e i dischi intervertebrali. Il colpo della strega può essere causato anche da cadute o con­tusioni sulla zona lombosacrale. I sintomi sono: mal

Mal di schiena: come prevenirlo

Correggere eventuali disturbi della vista che potrebbero provocare atteggiamenti scorretti del capo (visita oculistica).


Correggere eventuali squilibri occlusali (rapporto tra le arcate dentarie) che potrebbero alterare la masticazione e la deglutizione con ripercussioni sulla colonna vertebrale (visita odontoiatrica).

Valutazione ortopedico/posturale(screening) su ragazzi/e tra i 7 e i 14 anni, età in cui potrebbero instaurarsi deviazioni vertebrali o paramorfismi (scoliosi, dorso curvo, iperlordosi).

Evitare di lavorare continuamente avvicinando la testa al monitor o ad altre “sorgenti di lavoro”.

Il riequilibrio posturopodalico mediante suolette POAM

Roberto Amich --- Giovanni Postiglione
Il piede, organo sensoriale e di equilibrio è costituito da 26 ossa (più i sesamoidi), circa 30 articolazioni e 20 muscoli intrinseci.

La gamba corta

Annamaria viene inviata al mio studio di Posturologia per una lombosciatalgia che l’affligge da circa due anni.
E’ una donna di 56 anni che, in passato, ha subito diversi interventi chirurgici: alla colecisti, alla mammella, allo stomaco.
Sul suo addome le cicatrici sono evidenti come il ghiaccio al polo nord!!
Però i test clinici indicano che non sono attive (patologiche), cioè non influenzano il suo sistema posturale.
La valutazione clinico-posturale eseguita dopo un ampio colloquio anamnestico, evidenzia una gamba più corta dell’altra di oltre 5 mm.

Il calciatore coi plantari

Antonio è un giovane calciatore di 16 anni che si reca da me, insieme alla mamma, per un mal di schiena che lo “accompagna” da circa un anno.
Da molti mesi utilizza dei plantari nelle scarpe che gli hanno procurato un lieve miglioramento durante la vita quotidiana, ma dopo gli allenamenti e le partite di calcio la sua schiena è sempre a pezzi!!!
Dopo l’anamnesi e un’ attenta valutazione posturale osservo che la sua occlusione presenta qualche anomalia.
Antonio rispondendo alle mie domande confessa che molto spesso serra i denti (clenching), specie

L'informatico con le vertigini

Massimo è un uomo di 35 anni che si occupa di informatica e soffre, da tempo, di vertigini e disturbi cervicali.
Il suo medico di base gli aveva detto:”si tratta della classica sindrome cervicale che si manifesta con vertigini e dolore muscolare”; pertanto gli aveva consigliato un pò di fisioterapia per risolvere i suoi fastidiosi problemi.
Massimo si reca al mio studio e dopo un lungo colloquio anamnestico viene sottoposto ad una valutazione posturale e vestibolare.

La prevenzione dei paradismorfismi vertebrali nell'età evolutiva

INTRODUZIONE

Attualmente la medicina tende a privilegiare la prevenzione rispetto alla terapia, allo scopo di evitare, per quanto possibile, l’insorgere della malattia medesima.

Negli ultimi decenni, lo screening scolastico per l’individuazione dei paradismorfismi vertebrali come metodica di prevenzione, ha ridotto notevolmente, specie negli Stati Uniti, l’aggravamento di molte patologie vertebrali e il numero di scoliosi da sottoporre a trattamento chirurgico.

Questa valida ed efficace metodica di prevenzione, in Italia ancora poco diffusa, dovrebbe diffondersi in modo sistematico non solo nelle scuole, ma anche nei centri fitness, che accolgono sempre più soggetti in età evolutiva, e nei centri di avviamento allo sport.

La prevenzione del sovraccarico nello sport

Questo lavoro ha lo scopo di descrivere alcuni principi metodologici circa la prevenzione delle alterazioni da sovraccarico funzionale di delicate strutture connettivali come i dischi intervertebrali e la cartilagine articolare. Nelle statistiche degli infortuni sportivi, infatti, predominano le patologie a carico dell’apparato di sostegno (tessuto